Homo e Ferie

Homo più Ferie = Rispetto dimenticato
Perché dimenticato?
Perché ci mettiamo sempre a parlare di mancanza di rispetto fra persone, ma non capiamo che in primis c’è la mancanza di rispetto nei confronti di tutto quello che ci circonda (non in tutti i casi, ovviamente e per fortuna).
Ad esempio, vi racconto solo di questi ultimi mesi della mia vita lavorativa. Io sto lavorando come guida turistica in un ambiente naturale particolare, le grotte.
Nonostante ami quello che dico, che racconto con più empatia possibile, nonostante ami lavorare in mezzo alla natura… c’è un essere che mi disturba in maniera terribile. Non sempre, sia chiaro…ma abbastanza. L’Homo.
E perché? Perché il fantastico genere Homo, quando si trova in vacanza, spegne il cervello in maniera quasi totale… e così facendo, regredisce ad una fase evolutiva antecedente alla scimmia, o forse anche peggio. Si, dico peggio perché gli animali hanno comunque Rispetto per il luogo che li ospita. L’Homo, no.
Nonostante ci siano solo poche raccomandazioni, le persone toccano quello che non devono toccare, si arrampicano fuori dai sentieri, ti guardano per sfida mentre stanno toccando le cose che non devono toccare perché sanno che tu, a parte dire “No! I’m Sorry but you can’t touch!” (arrivando fino a “HEY! STOP TOUCHING!)…non puoi fare altro.
Il mancare di rispetto, per dispetto. Ecco cos’è…perché il genere Homo nel momento in cui è in vacanza, si sente in diritto di fare TUTTO quello che vuole. E se gli dici che non può… diventa un bambino dell’asilo e…Dispetto.
Veramente, cosa c’è di così difficile nel capire di portare rispetto ad un luogo, ad un animale o ad una pianta? E perché dev’essere così difficile capire che è giusto portare rispetto?? Solo perché una stalagmite non ti può tirare un pugno mentre la stai toccando sulla testa, non vuol dire che sia giusto mettere le mani zozze e nude sopra di lei.
Potrei andare avanti con mille altri esempi, come tirare fuori le stelle marine dall’acqua, solo per fare fotografie (muoiono), andare a pesca vicino alle riserve naturali, perché i pesci, che non sono stupidi, si rintanano nell’area. Fino al classicissimo, buttare i rifiuti dove capita, perché “ma si, tanto…”. Ma non mi dilungo troppo.
Cerchiamo di essere un po’ meno antropocentrici… ne va del nostro futuro sulla Terra. Poi non possiamo lamentarci se gli ecosistemi si stanno distruggendo, se oltre a sfruttarli, manchiamo di rispetto giusto per il gusto di fare una bambinata.
E’ importante portare rispetto, non vuol dire essere bacchettoni, ma semplicemente vivere in armonia con l’ambiente che ci dà la possibilità di essere in questo Mondo, che è parte della nostra storia e che ci aiuta a vivere (se non addirittura ci permette di vivere).

Arianna WildHeart

#respectnature #useyourbrain #dontbeasheep

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...