Il genere Quercus

Ed eccoci al primo genere di piante che possiamo facilmente trovare intorno a noi.
Inizio da questo, perché dove lavoro, ne è veramente pieno!
Il genere Quercus, che sicuramente vi fa ricordare Quercia! Ed è esattamente il genere che noi chiamiamo comunemente in quel modo, fa parte della famiglia delle Fagaceae.
Vivono prevalentemente nell’emisfero settentrionale, fra la fascia temperata e quella tropicale. In Europa si sono confinate in 3 zone, dopo l’ultima Era Glaciale: Spagna, Italia e Balcani.
Indicativamente, per riconoscerle, ci sono dei caratteri distintivi:
Hanno un portamento molto imponente, le foglie normalmente lobate a volte dentate, alterne. Sempre le foglie, possono avere forme diverse, nonostante siano sullo stesso albero, perché cambiano da giovane a matura.
Queste piante sono monoiche, il che vuol dire che producono fiori sia maschili che femminili. I fiori maschili sono riuniti in amenti (infiorescenze a grappolo, pensili) che hanno un colore giallo, mentre quelli femminili sono di colore verde.
Il frutto, penso lo conosciamo un po’ tutti, soprattutto grazia a Scrat dell’Era Glaciale… La Ghianda!
Per facilitarci la vita, noi pensiamo che la Quercia sia una sola, invece sono molte. Vi elenco le più comuni.
Quercus Rubur, si può trovare in Pianura Padana, con foglie senza picciolo e ghiande con un peduncolo.
Quercus Cerris, ha un legno rossastro, lo conosciamo comunemente come Cerro, si trova prevalentemente in Appennino. Conosciuto come Cerro.
Quercus Petraea (in foto), ha foglie senza peli e picciolate, le ghiande sono sessili. E’ quella che noi chiamiamo Rovere.
Quercus Pubescens, ha invece foglie pelose, picciolate e foglie subsessili. Comunemente chiamata Roverella.
Pubescens e Petraea si trovano anche tranquillamente nella stessa zona.
Quercus Suber è quella che conosciamo come Sughera, una specie del mediterraneo occidentale, specie sempre verde, come lo è anche
Quercus Ilrex è invece quello che comunemente chiamiamo Leccio, lo troviamo in zona Mediterranea.
Le ultime due Quercus preferiscono il caldo, mentre le altre Quercus elencate prima, stanno bene anche a temperature più fredde e sono decidue, cioè hanno la perdita di foglie.
Ci sono poi le Querce Americane che sono ornamentali e hanno foglie lobate acutissime.

Spero che queste info vi potranno essere utili nelle vostre passeggiate e nei vostri viaggi!

Arianna WildHeart
#respectnature #useyourbrain #dontbeasheep

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...