CAMBIAMENTO CLIMATICO, facciamo chiarezza

Questo articolo si dividerà in 2 parti: la prima parte dove si hanno un po’ di dati sul problema e una spiegazione storica, la seconda parte in cui invece parlerò semplicemente del perché è mal capito il cambiamento climatico.
Ormai, soprattutto nei social, si parla di Cambiamento Climatico come se fosse una Bomba lanciata da una bambina manovrata di nome Greta.
Sui social si pensa che sia un problema degli ultimi anni…
Sui social addirittura ho sentito gente dire che il cambiamento climatico l’ha portato la gente che studia… perché quando la gente era ignorante non c’erano problemi.
Ho sentito tantissime cose… troppe. E tutte sbagliate. Perché qui non si può parlare di “LIBERO PENSIERO”, si può parlare semplicemente di conoscere o non conoscere.
Allora, tanto per cominciare a chiarire un po’ di punti…
Gli studi per capire l’impatto dell’uomo sulla Terra, hanno inizio nei primi anni del ’70. Prima dell’Uomo, la Natura conviveva perfettamente in equilibrio, ma non è più stato così, da dopo la Preistoria… perché il genere umano solo nel primo periodo era in equilibrio con quello che gli aveva dato la vita.
Poi ha iniziato a voler sempre di più, con sempre meno sforzo. E ha iniziato ad usare il cervello e sviluppare tecniche, tecnologie… a sfruttare il più possibile tutto il Mondo che lo circondava.
Tutto questo porta ad avere un Impronta Ecologica. L’impronta Ecologica è data dall’impatto che hanno le attività umane sulla natura e sull’ecologia… attività come Coltivazioni, Pascolo, Industria, Sfruttamento delle Foreste e boschi, Pesca, Zone Edificate (e quindi antropizzate) e lo sfruttamento delle Energie.
L’Overshoot Day è il giorno in cui la popolazione mondiale termina le risorse che la Terra può produrre e quindi sostenere in 1 anno. Per ora, in 1 anno utilizziamo 1,7 Pianeti Terra.
Praticamente è come sapere che si hanno tutti gli stipendi dell’anno, al primo di gennaio… e bisogna saperli amministrare per arrivare alla fine dell’anno. Bene, è come se ci servissero gli stipendi di quasi 2 anni per arrivare alla fine dell’anno.
La popolazione italiana, per sostenere il ritmo a cui è ora, sfrutta 4,6 Penisole Italiane (isole comprese).
Dell’Overshoot Day si parla dagli anni ’70, non da pochi mesi. Però nessuno ha mai ascoltato gli studiosi, perché erano catastrofisti…
L’Overshoot Day poi si può calcolare anche per i singoli Stati… facciamo qualche esempio per il 2018:
Quatar: 9 febbraio
Stati Uniti d’America: 15 marzo
Giappone: 10 maggio
Italia: 24 maggio
Brasile: 19 luglio
Cuba: 19 novembre.
Questa è la situazione in cui siamo. Ovviamente questo risultato non è dato solo dal cattivo sfruttamento delle risorse, ma anche della grandezza dello Stato e da quante risorse ha di base.
Detto questo, per combattere e cercare di ritardare l’Overshoot Day sono stati fatti degli obiettivi, che si chiamano: Obiettivi Agenda 2030.
Sono 17 obiettivi che nel Mondo ci devono essere, entro il 2030. Questi obiettivi possono essere seguiti anche direttamente da aziende private (come già succede). Questi obiettivi non sono solo ambientali, ma prendono moltissimi argomenti, ve li elenco tutti:
1 – No Povertà
2 – Zero Fame
3 – Buona salute e benessere
4 – Educazione di Qualità
5 – Uguaglianza di Genere (uguaglianza fra uomo e donna con diritti, possibilità e retribuzione)
6 – Acqua pulita e Sanificazione
7 – Energia Pulita e Accessibile
8 – Lavoro Dignitoso e Crescita Economica
9 – Industria, Innovazione e Infrastrutture
10 – Ridurre le disuguaglianze
11 – Città e Comunità Sostenibili
12 – Consumo e Produzione Responsabile
13 – Azione Climatica
14 – Vita sotto l’acqua
15 – Vita sulla terra
16 – Pace, Giustizia e Forti Istituzioni
17 – Collaborazione per gli obiettivi

Sfruttamento = Disequilibrio
Ovviamente tutti i cambiamenti che noi abbiamo fatto alla Natura, fanno si che la Natura stia cambiando a modo suo, ovviamente non come piace a noi.

Bene, ora direi che possiamo passare a parlare un attimo di cosa voglia dire Cambiamento Climatico.
Si dice Cambiamento Climatico o Riscaldamento Globale. Se parlo di cambiamento Climatico, è più facile capire cosa succede.
Sappiamo bene che sul Pianeta Terra abbiamo climi differenti in base alle aree che prendiamo in considerazione. Sappiamo tutti che ai Poli non abbiamo lo stesso clima che ai tropici!
Quindi, non esistono solo 2 climi, ma ne esistono molti intermedi.
In questi climi intermedi cambiano molti fattori, non solo la temperatura. Cambia l’umidità, cambia la frequenza di fenomeni atmosferici, cambia la stagionalità… si, dico stagionalità perché noi siamo abituati a pensare a 4 stagioni, ma in altri climi le stagioni sono soltanto 2.
Pensare all’aumento di 1 o 2 gradi, ci fa pensare che sia una cosa piccola… ma se vi dico che in mare, anche solo per 0,7 gradi, le popolazioni e le specie fanno migrazioni di kilometri per andare a ricercare le stesse condizioni in cui erano abituati a vivere. Cambiano area, cambiano altitudine (o profondità se guardiamo alle specie acquatiche)…
Quindi, riscaldamento globale non vuol dire che tutti avremo caldo. Riscaldamento globale vuol dire che le fasce climatiche cambiano areale, si spostano e i climi cambiano in tutto, non solo nella temperatura.
Non è difficile vedere che il clima sta cambiando… io stessa ho visto ieri una foto di 2 anni fa, ero a prendere il sole al mare. Oggi invece, dopo 2 anni sono in giro con la giacca pesante.
La foresta amazzonica si è ridotta del 20%…ed è il Polmone principale che abbiamo sulla Terra… I ghiacci ai poli si sciolgono sempre di più, i deserti avanzano…
Non è difficile vedere il cambiamento, basta guardare fuori di casa, basta guardare quello che ci circonda non con gli occhi di chi è diventato cieco per colpa dei condizionamenti della società che ci circonda, ma con gli occhi di chi vuole conoscere il Mondo intorno a se.

Spero vi abbia fatto capire un po’ meglio questo argomento, che dai social sembra un semplice catastrofismo per far moda… mentre non è così. E’ anni che cercano di dircelo in tutti i modi, non abbiamo tantissimo tempo… ma se cambiamo ora, possiamo ancora salvare tantissime vite di innocenti che non centrano nulla con il nostro egoismo… comprese quelle degli umani che verranno.

Arianna WildHeart
#respectnature #useyourbrain #dontbeasheep

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...